Artisti emergenti: come farsi conoscere dopo l’Accademia

Artisti emergenti! Vi state chiedendo come è possibile farsi conoscere dopo l’Accademia? In questo articolo ho cercato di individuare una strategia di Personal Branding per voi.

Introduzione all’Art Personal Branding per un artista emergente

Per farsi conoscere dopo l’Accademia è importante avere una meta da raggiungere. Detto in altre parole, è importante prefissarsi degli obiettivi precisi. “Voglio farmi conoscere” non è un obiettivo, è un desiderio che deve concretizzarsi in una strategia d’Art Personal Branding per trovare la sua realizzazione. La tua strategia d’Art Personal Branding avrà lo scopo di raggiungere i tuoi obiettivi attraverso un uso creativo degli strumenti che hai a disposizione.

L’arte del viaggio e dell’incontro: perché visitare musei e gallerie

Il viaggio è la più grande palestra di vita. Per un artista viaggiare è essenziale non solamente perché il mondo è un’immensa fonte d’ispirazione, ma anche perché il motore dell’esistenza è l’incontro. Senza la possibilità di scoprire nuove culture, nuovi orizzonti, nuovi amici non è possibile farsi conoscere. Le relazioni sono benzina per la nostra crescita personale e professionale! Ma non basta andare a Barcellona o cavalcare l’onda emotiva di un Erasmus per vivere appieno l’arte del viaggio. Per la nostra strategia d’Art Personal Branding sarà fondamentale far visita a tutti i luoghi di cultura a nostra disposizione. Dalle atmosfere underground ai vernissage di musei e gallerie avremo sempre a disposizione una fonte inesauribile di nuovi incontri e opportunità.

Partecipare ai concorsi (senza pagare!)

Evitiamo la maggior parte dei concorsi che ci chiedono un pagamento per partecipare -soprattutto quando sono promossi da associazioni o organizzazioni semi-sconosciute-. Questi eventi sono organizzati solitamente con inaugurazioni i cui partecipanti saranno i parenti degli artisti che hanno pagato per partecipare e i relativi cataloghi saranno letti da un pubblico irrilevante per la nostra strategia d’Art Personal Branding. Detto questo, partecipare ai concorsi è fondamentale per esporre il tuo lavoro a mostre organizzate da festival o gallerie rilevanti. L’obiettivo di riferimento sarà triplice:

  1. conoscere persone interessanti durante il vernissage;
  2. comparire in cataloghi visionati dagli addetti ai lavori;
  3. cercare di farsi notare attraverso l’opera in mostra.

Fare un periodo all’estero grazie ai programmi di residenza artistica

Le residenze artistiche rappresentano l’esperienza più interessante per un artista emergente. Presenti in tutto il mondo, alcune volte offrono borse di studio che permettono una discreta fonte di sussistenza. Anche in questo caso è importante scegliere i programmi finanziati ed evitare colossali bufale. Nonostante questo, fare un periodo all’estero dedicandosi quasi esclusivamente alla ricerca artistica è oggi possibile grazie ai programmi di residenza. Il nostro obiettivo in questo caso sarà dedicato alla contaminazione. Stacchiamoci dalla nostra routine e sfruttiamo l’occasione per lasciarci trasformare dallo scambio con personalità, luoghi e culture diverse. Al termine di questa esperienza avremo ottenuto nuova linfa per i nostri obiettivi!

Collettivi: l’unione fa la forza

L’iniziativa personale è fondamentale per farsi conoscere dopo l’Accademia. Alcuni artisti emergenti sfruttano le relazioni costruite durante i periodi di studio per fondare Collettivi, organizzando assieme mostre, festival e vari esperimenti artistici. Questo tipo di iniziative ha il vantaggio di poter agire con assoluta libertà, all’interno di un contesto underground ricco di vitalità e fermento. Spesso queste esperienze sono veramente interessanti e meritano valorizzazione. Ma ritengo sia importante rimangano all’inizio lontane dalla cultura mainstream per mantenere massima libertà espressiva. In questi casi il pubblico sarà costretto all’interno di relazioni precostituite, ma non è detto che possa essere notato dagli addetti ai lavori. Alcune volte, dopo un periodo di effervescenza, questi Collettivi iniziano ad aprirsi a un pubblico più vasto, portando nuova linfa alla scena nazionale o internazionale. L’unione fa la forza!

Strumenti digitali a disposizione per l’Art Personal Branding

Le possibilità elencate finora sono importanti per raggiungere i nostri obiettivi, ma rimangono vane se non possiamo presentarci. Quando siamo in viaggio o partecipiamo a un vernissage dovremo avere il nostro biglietto da visita sempre sottomano. Per compilare l’application form di un concorso o di una residenza dovremo avere un curriculum e portfolio aggiornati a distintivi. Tutti i nostri materiali, infine, dovranno avere un link al nostro sito web o blog. Inoltre, non dobbiamo trascurare le possibilità relazionali fornite dai social network. Tutti questi strumenti dovranno comunicare chi siamo e cosa facciamo in modo chiaro ed efficace. Per farlo non basta un giorno e, soprattutto, dovranno essere costantemente aggiornati nei contenuti e nel design per rimanere al passo non solamente con noi, ma anche con il mondo circostante.

Hai trovato utile il mio articolo? Continua a seguire il blog Business Artist e commenta il tuo preferito! Ti aspetto nel prossimo post 😉

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT

LA CULTURA SI AGGIORNA QUI

Non perdere più le notizie preziose :)

I contenuti migliori, una volta al mese.

TWEETS